L’ONU e le relazioni internazionali

Organizzazione delle Nazioni Unite o ONU cover

In questo articolo trattiamo in maniera sintetica dell’ONU, l’Organizzazione delle Nazioni Unite, nata alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

L’Organizzazione delle Nazioni Unite o ONU

Quando è nata e dove si trova la sede?

L’ONU nacque con la fine della Seconda Guerra Mondiale, con un trattato multilaterale, la Carta di San Francisco del 26 giugno 1945. Lo scopo dell’ONU è quello di mantenere tra gli Stati la sicurezza e la pace. I Paesi originari che  aderirono all’Organizzazione erano 50. Tale numero è aumentato quando molti Paesi asiatici e africani, in seguito alla decolonizzazioni, hanno acquisito l’indipendenza. Attualmente aderiscono all’ONU 193 Stati. Lo Stato del Vaticano e lo stato palestinese sono invece stati osservatori.

La sede dell’Organizzazione delle Nazioni Unite si trova a New York, nel noto Palazzo di vetro.

Il Palazzo di vetro, sede dell'ONU a New York, Stati Uniti.
Il Palazzo di vetro, sede dell’Organizzazione delle Nazioni Unite a New York, Stati Uniti.

La Carta di San Francisco

Gli organi dell’Organizzazione

L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha tre organi principali:

  • l’Assemblea generale;
  • il Consiglio di sicurezza;
  • la Segreteria generale;
  • le Corti di Giustizia internazionale.

L’Assemblea generale

L’Assemblea si riunisce ogni anno in Autunno e raccoglie tutti gli Stati membri. L’Assemblea è un organo quindi collegiale, in cui il voto di ogni Stato vale 1, in una condizione di perfetta parità giuridica. Tale votazioni avvengono al fine di adottare, a maggioranza, delle risoluzioni, che possono riguardare qualsiasi argomento di valore internazionale.

Il Consiglio di sicurezza

Questo organo detiene il potere esecutivo ed è formato da 15 Stati. Di questi  15, 5 sono permanenti, e sono le potenze vincitrici della Seconda Guerra Mondiale: Stati Uniti, Russia, Inghilterra, Francia e Cina. I rimanenti 10 sono eletti ogni due anni dall’Assemblea generale. I membri permanenti del Consiglio di Sicurezza, in quanto membri fondatori e potenze mondiali, godono di uno status privilegiato. Possono infatti opporre un veto su qualsiasi intervento del Consiglio di Sicurezza. Non è dunque una caso che spesso uno Stato tra i cinque permanenti possa porre il veto verso soluzioni del Consiglio che ledono i propri interessi.

 

Lascia un commento